Manuale Ambiente 2018 Manuale normo-tecnico


Prezzo: 75,00


Ti devi loggare per prenotare questo prodotto


DESCRIZIONE:

Per vincere la sfida dello sviluppo sostenibile è necessario comprendere l’ambiente in tutti i suoi aspetti, alla luce anche di quanto previsto dalla normativa vigente che disciplina la materia.

La normativa ambientale è complessa ed articolata, oggetto di frequenti aggiornamenti e modifiche, non sempre definite in modo organico. Tutto ciò rappresenta un reale ostacolo alla piena e puntuale comprensione della normativa e di come i requisiti in essa contenuti si traducano nella realtà per enti e imprese.

Da qui nasce il progetto di un manuale completamente rinnovato nella struttura e nei contenuti.

Il Manuale è stato strutturato secondo una prospettiva di carattere operativo, utilizzando un linguaggio il più possibile semplice, e venendo incontro, così, anche alle esigenze di chi si avvicina agli argomenti per la prima volta.

Gli argomenti sono analizzati e discussi seguendo un approccio tecnico, che pone in evidenza, per quanto possibile, gli adempimenti dettati dalla normativa, non limitandosi ad una mera lettura della normativa, che, in ogni caso è puntualmente richiamata.

All’interno di ciascun capitolo sono utilizzati note ed esempi e quanto necessario per rendere più agevole la comprensione e l’approfondimento dei singoli argomenti.

Per realizzare questo progetto ambizioso sono state coinvolte figure di primaria rilevanza sul piano nazionale, che si sono prodigate per elaborare la lettura della normativa di riferimento in una prospettiva il più possibile tecnica e pratica.


PIANO DELL'OPERA:

STRUTTURA

<>Capitolo 1 - La normativa ambientale <>1.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>1.2 CONCETTO DI AMBIENTE <>1.3 LE FONTI DEL DIRITTO AMBIENTALE IN GENERALE <>1.4 LA COSTITUZIONE E L’AMBIENTE <>1.5 LE NORME DI PRINCIPIO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE. IL PRINCIPIO DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE <>1.6 IL PRINCIPIO DI PRECAUZIONE <>1.7 LE NORME EUROUNITARIE DEL DIRITTO AMBIENTALE <>1.8 LE NORME INTERNAZIONALI AMBIENTALI NON EUROUNITARIE <>1.9 ATTI STATALI E REGIONALI AVENTI FORZA DI LEGGE O REGOLAMENTI <>1.10 LA RESPONSABILITÀ DEGLI ENTI PER I REATI AMBIENTALI: IL D.LGS. 7 LUGLIO 2011, N. 121 <>1.11 I DELITTI AMBIENTALI <>1.12 L’ATTIVITÀ ISPETTIVA E VIGILANZA IN MATERIA AMBIENTALE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 2 - Valutazione di impatto ambientale (VIA) e valutazione ambientale strategica (VAS) <>2.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>2.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>2.3 VALUTAZIONE D’IMPATTO AMBIENTALE (VIA) <>2.4 VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) <>2.5 LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 3 - Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) <>3.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>3.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>3.3 CONDIZIONI PER IL RILASCIO DELL’AIA E APPLICABILITÀ <>3.4 AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI SOSTITUITE DALL’AIA <>3.5 AUTORITÀ COMPETENTE <>3.6 RELAZIONI CON ALTRA NORMATIVA <>3.7 PROCEDURA DI RILASCIO DELL’AIA <>3.8 INDIVIDUAZIONE E UTILIZZO DELLE MIGLIORI TECNICHE DISPONIBILI <>3.9 AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE <>3.10 DURATA, RINNOVO E RIESAME <>3.11 GESTIONE DELLE MODIFICHE <>3.12 RISPETTO DELLE CONDIZIONI DELL’AIA E ATTIVITÀ DI CONTROLLO <>3.13 COMUNICAZIONI <>3.14 ONERI ISTRUTTORI <>3.15 DISPOSIZIONI TRANSITORIE <>3.16 NOTE GENERALI RELATIVE ALLE SANZIONI <>  <>Capitolo 4 - Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) <>4.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>4.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>4.3 AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA DI AUA <>4.4 CARATTERISTICHE DELL’AUA <>4.5 SOGGETTI ED ENTI COINVOLTI NELLA PROCEDURA DI AUA <>4.6 PROCEDURA DI AUA <>4.7 RINNOVO DELL’AUA <>4.8 MODIFICHE DI ATTIVITÀ O ALL’IMPIANTO IN POSSESSO DI AUA <>4.9 SANZIONI <>  <>Capitolo 5 - La tutela delle acque <>5.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>5.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>5.3 LA DISCIPLINA DEGLI SCARICHI <>5.4 LE AREE SENSIBILI <>5.5 GLI OBIETTIVI DI QUALITÀ <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 6 - Inquinamento del suolo e bonifica <>6.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>6.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>6.3 NORMATIVA DI RIFERIMENTO COMUNITARIA <>6.4 NORMATIVA DI RIFERIMENTO NAZIONALE <>6.5 BONIFICA DI SITI CONTAMINATI <>6.6. SITI CONTAMINATI DA AMIANTO <>6.7 PROGETTO DI BONIFICA AMBIENTALE <>6.8 ANALISI DI RISCHIO <>6.9 PUNTI VENDITA CARBURANTI <>6.10 BONIFICA DELLE AREE MINERARIE DISMESSE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 7 - Rifiuti <>7.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>7.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>7.3 COS’È RIFIUTO E COSA NON LO È <>7.4 COMPETENZE <>7.5 GESTIONE DEI RIFIUTI: ASPETTI OPERATIVI <>7.6 GESTIONE RIFIUTI <>7.7 GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI <>7.8 ATTIVITÀ DI VIGILANZA E CONTROLLO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI <>7.9 INCENERIMENTO E COINCENERIMENTO <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 8 - Inquinamento atmosferico <>8.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>8.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>8.3 L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO <>8.4 DISCIPLINA DELLA TUTELA DELL’ARIA E DELLA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA <>8.5 LA DISCIPLINA PER LA QUALITÀ DELL’ARIA (IMMISSIONI) <>8.6 EMISSIONI DI GAS SERRA <>8.7 AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE <>8.8 AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 9 - Inquinamento acustico <>9.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>9.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>9.3 CENNI DI ACUSTICA <>9.4 ARMONIZZAZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE CON LA DISCIPLINA UE <>9.5 LEGGE QUADRO SULL’INQUINAMENTO ACUSTICO (LEGGE 26 OTTOBRE 1995, N. 447) <>9.6 DETERMINAZIONE E GESTIONE DEL RUMORE AMBIENTALE (D.LGS. 19 AGOSTO 2005, N. 194) <>9.7 REGOLAMENTO PER LA SEMPLIFICAZIONE DI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI (D.P.R. 19 OTTOBRE 2011, N. 227) <>9.8 VALORI LIMITE DELLE SORGENTI SONORE (D.P.C.M. 14 NOVEMBRE 1997) <>9.9 TECNICHE DI RILEVAMENTO E MISURAZIONE (D.M. 16 MARZO 1998) <>9.10 TECNICO COMPETENTE (D.LGS. 17 FEBBRAIO 2017, N. 42) <>9.11 LINEE GUIDA PER L’UTILIZZO DEI SISTEMI INNOVATIVI NELLE VALUTAZIONI DI IMPATTO AMBIENTALE (D.M. 1° GENNAIO 2004) <>9.12 IMPIANTI A CICLO PRODUTTIVO CONTINUO (D.M. 11 DICEMBRE 1996) <>9.13 REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI (D.P.C.M. 5 DICEMBRE 1997) <>9.14 LUOGHI D’INTRATTENIMENTO (D.P.C.M. 16 APRILE 1999, N. 215) <>9.15 ATTIVITÀ MOTORISTICHE (D.P.R. 3 APRILE 2001, N. 304) <>9.16 EMISSIONE ACUSTICA DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL’APERTO (D.LGS. N. 262/2002) <>9.17 TRAFFICO FERROVIARIO (D.P.R. 18 NOVEMBRE 1998) <>9.18 TRAFFICO AEREO E ATTIVITÀ AEROPORTUALE (D.P.R. 11 DICEMBRE 1997, N. 496 E D.LGS. 17 GENNAIO 2005, N. 13) <>9.19 SERVIZI PUBBLICI DI TRASPORTO (D.M. 29 NOVEMBRE 2000) <>9.20 TRAFFICO VEICOLARE (D.P.R. 30 MARZO 2004) <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 10 - Inquinamento elettromagnetico <>10.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>10.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>10.3 CENNI DI ELETTROMAGNETISMO <>10.4 SUDDIVISIONE DELLE FONTI DI EMISSIONE <>10.5 ASPETTI SANITARI <>10.6 L’APPROCCIO COMUNITARIO <>10.7 LA LEGGE QUADRO ITALIANA 22 FEBBRAIO 2001, N. 36 SULLA PROTEZIONE DA ESPOSIZIONE A CAMPI ELETTRICI, MAGNETICI ED ELETTROMAGNETICI <>10.8 DECRETI ATTUATIVI <>10.9 ELETTRODOTTI <>10.10 TELECOMUNICAZIONI <>10.11 SICUREZZA DEI LAVORATORI <>10.12 CATASTO <>10.13 VALORI DI ASSORBIMENTO DEGLI EDIFICI <>10.14 RADIAZIONI LUMINOSE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 11 - Attività a rischio di incidente rilevante <>11.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>11.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>11.3 INTRODUZIONE ALL’ATTUALE NORMA <>11.4 NOVITÀ E STRUTTURA DEL D.LGS. N. 105/2015 <>11.5 DEFINIZIONI <>11.6 AMBITO DI APPLICAZIONE <>11.7 RUOLI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI <>11.8 GLI OBBLIGHI DEI GESTORI <>11.9 SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA <>11.10 EFFETTO DOMINO E ASSETTO DEL TERRITORIO <>11.11 COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO <>11.12 ACCADIMENTO DI INCIDENTE RILEVANTE <>11.13 ISPEZIONI AI SITI RIR <>11.14 SANZIONI <>11.15 DISPOSIZIONI TARIFFARIE <>11.16 ESPERIENZE APPLICATIVE <>  <>Capitolo 12 - Sostanze e miscele pericolose <>12.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>12.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>12.3 ECHA E AUTORITÀ COMPETENTE IN ITALIA <>12.4 REGOLAMENTO REACH <>12.5 REGOLAMENTO CLP <>12.6 TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 13 - Energia <>13.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>13.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>13.3 IL MERCATO DELL’ENERGIA <>13.4 L’AUDIT ENERGETICO <>13.5 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO <>13.6 IL SISTEMA DI GESTIONE DELL’ENERGIA <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 14 - L’informazione in campo ambientale <>14.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>14.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>14.3 ACCESSO DEL PUBBLICO ALL’INFORMAZIONE AMBIENTALE <>14.4 CASI PARTICOLARI DI ACCESSO ALL’INFORMAZIONE AMBIENTALE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 15 - I sistemi di gestione ambientale <>15.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>15.2 LA NORMA ISO 14001 <>15.3 IL REGOLAMENTO EMAS <>15.4 IL BILANCIO AMBIENTALE <>€ SANZIONI <>  <>Capitolo 16 - Altri strumenti di sostenibilità ambientale <>16.1 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI <>16.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO <>16.3 CARATTERISTICHE DEGLI STRUMENTI DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE <>16.4 NORME DELLA SERIE ISO 14000 <>16.5 ENVIRONMENTAL PRODUCT DECLARATION (EPD) <>16.6 ECOLABEL <>16.7 GESTIONE FORESTALE E CATENA DI CUSTODIA <>16.8 GREENGUARD <>16.9 ACQUISTI VERDI <>€ SANZIONI
DETTAGLI DEL PRODOTTO:
Codice prodotto: 00231134, 00231140, 00150924
Area:



2018 - DATAPRIME - P.I. 03477820785 - Policy & Cookie - Site By InMEDIA